About Us

We must explain to you how all seds this mistakens idea off denouncing pleasures and praising pain was born and I will give you a completed accounts off the system and expound the actually teaching of the great explorer ut of the truth, the master builder of human happiness.
Consultation

Contact Info

  • Rock St 12, Newyork City, USA
  • (526)-236-895-4732
  • webmaster@archibuzz.com
  • Week Days: 09.00 to 18.00 Sunday: Closed

GDPR: Data Ethics .

GDPR: Data Ethics

Come gestire correttamente la privacy dei dati sensibili

La reputazione di un’azienda si fonda sulla fiducia dei suoi clienti. Mentre creare la fiducia è un processo lungo e difficile, perderla può avvenire in modo improvviso ed inaspettato. Molte aziende oggi corrono questo rischio in modo inconsapevole semplicemente perché la loro policy in ambito GDPR è insufficiente o incorretta.

Come in tanti altri ambiti della vita moderna proteggersi contro possibili danni oppure contro le sanzioni previste dalla legge non è sufficiente (atteggiamento “compliance driven”) . Occorre proattivamente creare una cultura di consapevolezza circa il valore del dato dall’interno di ogni organizzazione o azienda. Il rispetto assoluto dei dati della persona sono alla base di ogni strategia “ethic driven”, una strategia che mette al centro la salvaguardia dei diritti del singolo e della comunità.

Ogni tecnologia deve partire dal concetto della protezione della privacy e promuoverne la cultura, strategia e la prassi in ambito della tutela del dato.
AnyLink Group promuove l’uso etico dei dati sensibili dei clienti e delle persone che si avvicinano alla nostra realtà. In questo ambito teniamo conto di alcuni punti fermi.

  • Privacy first – L’ etica al centro di ogni azione: Prima di decidere su come utilizzare un dato sensibile ci deve essere una valutazione su se l’azione è necessaria e corretta dal punto di vista del cliente.
  • Trasparenza delle azioni: Ogni volta che si richiede un dato ci dovrà essere chiarezza sul perché e come questo dato verrà utilizzato. Inoltre i dati raccolti dovrebbero implicare un vantaggio reciproco sia per l’azienda che per il cliente quindi originare un miglior servizio/prodotto a beneficio del cliente.
  • Rispetto della provenienza ed integrità del dato: La privacy non si garantisce in automatico con un clic. I consumatori devono essere rassicurati che i loro dati verranno utilizzati appropriatamente e che loro detengono il controllo totale del loro utilizzo. Bisogna prevedere i che idonei strumenti come ad esempio le funzioni di disiscrizione siano previsti.
  • Archiviazione dei dati sensibili: L’archiviazione dei dati implica la responsabilità di proteggerne la sicurezza , in accordo con il GDPR. Più grande è la detenzione e l’utilizzo dei dati, maggiore sarà la difficoltà di garantire questa policy, soprattutto se usiamo strumenti mobili per la condivisione. Occorre fissare chiari limiti di archiviazione per tipo di dato e un periodico, tempestivo aggiornamento delle policy aziendali.
  • Dati aggregati ed anonimi: La maggior parte dei dati può essere rilavata ed elaborata senza l’identificazione personale di chi l’ha fornita. Gli utilizzi dei dati per trend e statistiche non necessitano dei dati identificativi personali, ma di dati aggregati di una popolazione tipo.
  • Strumenti di secondo livello: Le informazioni fornite volontariamente e intenzionalmente dai consumatori possono darci preziose informazioni sui mercati e comportamenti. Occorre rendere trasparente come questi dati sono stati raccolti ed analizzati.
  • Protezione minori: Astenetevi dal rilevare dati personali che identificano persone che non hanno raggiunto la maggiore età e che quindi non possono attivamente acconsentire all’uso dei loro dati. La legislazione di molti paesi vieta l’utilizzo dei dati di minori senza l’esplicito consenso dei genitori.

In generale il motore dell’utilizzo dei dati personali dovrebbe essere quello di migliorare la percezione del servizio/prodotto da parte del cliente. Questo obiettivo finale non potrà essere raggiunto se contemporaneamente vengono sacrificati i diritti alla privacy del singolo. La prima cosa è quindi sempre mettersi nei panni dei nostri consumatori e chiederci se vorremmo noi stessi che fosse condiviso un dato.

AnyLink Group ti affianca nella formulazione delle tue privacy sull’utilizzo etico dei dati sensibili che vada oltre la compliance alle norme del GDPR.

Scopri le altre voci di GDPR

Contatti

Vuoi sapere di più?